Vescovo Edir Macedo | 10 de Febbraio de 2017 - 09:05


2° Giorno del Digiuno di Daniele

2° Giorno del Digiuno di Daniele

Fede e Fiducia

Ho pazientemente aspettato il SIGNORE, ed Egli si è chinato su di me e ha ascoltato il mio grido. Salmi 40.1

Aspettare con pazienza nel SIGNORE è confidare. La fiducia è una virtù dei maturi nella fede. Come il decollo dell’aereo, così è la fede; la fiducia è come il viaggio in crociera (bottone automatico).

Tanto la fede come la fiducia sono frutti dello Spirito Santo. Una dipende dall’altra. La fede che smuove le montagne dipende dalla fiducia per far si che la montagna si sposti.

Molti hanno avuto fede per conquistare mondi e fondi, però, si perdono nel confronto di una tempesta passeggera. Conquistare non è difficile, lo è mantenere la conquista. È come il matrimonio: sposarsi non è difficile, ma mantenere il matrimonio…

Davide era un eroe di guerra esperto e fervente, ma anche lui ha dovuto imparare a confidare in Dio. Nei momenti di estrema angustia, accerchiato da nemici feroci, acclamava per la fede… Ma con la confidenza si manteneva nell’attesa della risposta. Non c’è da stupirsi che ha confessato:

Quand’anche camminassi nella valle dell’ombra della morte, io non temerei alcun male, perché Tu (SIGNORE) sei con me; il Tuo bastone e la Tua verga mi danno sicurezza. Salmi 23.4

Purtroppo, la maggior parte dei cristiani ha iniziato bene nella fede, ma ha terminato male a causa dell’assenza di fiducia. Mentre scrivo queste righe, mi ricordo dei momenti di grandi conflitti e, confesso, che se non fosse il battesimo con lo Spirito Santo, non sarei qui…

Mentre tu stai leggendo questo testo, con certezza nasce dentro di te un desiderio enorme di ricevere il Sigillo dello Spirito di Dio. Allora, vai adesso in un luogo riservato e prega così:

Signore Gesù, perché io credo in Te come mio SIGNORE e Salvatore, possiedimi completamente e fa del mio corpo la Tua dimora e la Tua volontà!… In Nome del Signor Gesù Cristo, amen!

Quindi aspetta lì dove ti trovi nel posto riservato (Gerusalemme) il versamento dello Spirito Santo.

Leggi anche:
– 1° Giorno del Digiuno di Daniele


Segnala errore