Vescovo Edir Macedo | 13 de Gennaio de 2022 - 09:00


Non fidarti delle opinioni del tuo cuore!

Pensiamo che solo gli increduli agiscano con il cuore, ma questo non è vero...

Non fidarti delle opinioni del tuo cuore!

Chi confida nel proprio cuore è uno stolto, ma chi cammina da saggio scamperà. Proverbi 28:26

Il motivo della caduta di molte persone non è altro che la follia di fidarsi delle opinioni che i loro cuori danno su se stesse.

Pensiamo che solo gli increduli agiscano con il cuore, ma questo non è vero. Tutti i problemi che abbiamo visto nell’ambiente evangelico provengono da chi ha fiducia nelle proprie emozioni, nelle proprie forze, nella propria giustizia, nei propri consigli e sentimenti.

Da qui nasce un amore smisurato per i propri desideri, il desiderio di essere trattati meglio, di avere una posizione più alta, di accarezzare la propria carne…

Ora, crediamo davvero alla Parola che dice “il cuore è ingannevole e disperatamente malvagio”? Non abbiamo visto cristiani più stolti che saggi? Più persone perse che salvate all’interno delle chiese?

Lasciamo che la testimonianza della vita parli per ciascuno di noi. Ci sono così tante decisioni sbagliate e scelte avventate che finiscono nella sofferenza auto inflitta. Ciò dimostra che gli atteggiamenti non erano frutto del consiglio di Dio, perché quando Lo ascoltiamo, siamo sempre guidati a ciò che è buono e giusto.

Allora, invece di seguire il tuo cuore e la sua stoltezza, osa sperimentare la pienezza della vita che cammina secondo la Parola!

Chi obbedisce alla Parola «cammina con saggezza e sarà salvato», perché si sottrae all’orgoglio, alla fiducia in se stesso e ai sogni ad occhi aperti che sono la volontà umana.

Chi cammina con saggezza è umile e dipende interamente dalla forza dell’Altissimo. Giorno dopo giorno riempi il tuo cuore con “tutte le cose vere, tutte le cose onorevoli, tutte le cose giuste, tutte le cose pure, tutte le cose amabili, tutte le cose di buona fama(…)” Filippesi 4:8


Non fidarti delle opinioni del tuo cuore!
  • Núbia Siqueira  


Segnala errore