Vescovo Edir Macedo | 25 de Gennaio de 2017 - 09:37


L’Offerta del Padre

L’Offerta del Padre

Offrire è un atto spontaneo, liberale e gratuito. Nessuno si propone a offrire per imposizione o obbligo. Per questo l’offerta è testimone fedele contro o a favore dell’offerente. Per essere libera. L’offerta porta con se le profondità dell’anima dell’offerente. L’offerta non finge e non mente. Tutto ciò che è dentro dell’offerente è esposto dall’offerta dinanzi a Dio.

Dio ha rifiutato l’offerta di Caino perché essa (l’offerta) ha testimoniato contro lui (Caino), dicendo: le sue opere erano cattive… Ma accettò l’offerta di Abele perché le sue opere erano giuste (i Giovanni 3.12).

Il Signor Gesù è il più Grande Esempio di Offerta. Il Dio-Padre Lo ha dato per salvare l’umanità. Egli è l’espressione esatta della Giustizia, della Misericordia e della Fede. Quando qualcuno Lo rifiuta o lo disdegna, perde l’opportunità di essere difeso da Lui, essere giustificato e salvato dal Lago di Fuoco e di Zolfo, come Egli stesso ha detto:

Chi dunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch’io riconoscerò lui davanti al Padre mio che è nei cieli. Matteo 10.32


Chi vince sarà dunque vestito di vesti bianche, e Io non cancellerò il suo nome dal libro della vita, ma confesserò il suo nome davanti al Padre Mio e davanti ai Suoi angeli. Apocalisse 3.5


Segnala errore