Vescovo Edir Macedo | 10 de Settembre de 2019 - 08:00


Le leggi del Regno di Dio

<blockquote>
<p style=”text-align: justify”>Ma CERCATE PRIMA IL REGNO DI DIO e la Sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno sopraggiunte. <small>Matteo 6:33</small></p>
</blockquote>
<p style=”text-align: justify”>La giustizia DEVE essere cercata sì !!!
Ma il Signore Gesù disse che per prima cosa bisogna cercare di entrare nel Regno di Dio o lasciare che il Regno di Dio entri in noi. Ma come si fa? Dov’è il regno di Dio?</p>
<p style=”text-align: justify”>Il Regno di Dio esiste, se non esistesse il Signore Gesù non ne avrebbe parlato, ma non è visibile o tangibile. Esiste e la sua esistenza è dovuta a causa delle sue leggi.</p>
<p style=”text-align: justify”>Dio fece del Suo popolo, che fino ad allora era un gruppo di ex schiavi, una nazione. Sebbene non ci fosse ancora uno spazio geografico da vedere e toccare,Dio costituì la nazione di Israele con leggi che Egli stesso stabilì. Cioè, Lui è diventato un Legislatore di Israele.</p>
<p style=”text-align: justify”>Tutte le nazioni hanno le loro leggi che le rendono uniche.
Pertanto, coloro che vogliono entrare e abitare nel Regno di Dio devono accettare e rispettare le Leggi del Regno.</p>
<p style=”text-align: justify”>Quando una persona straniera infrange le leggi di quel paese, viene espulsa o deportata. Chiunque voglia vivere lì deve essere soggetto alle sue leggi, e chiunque lo faccia ha diritti legali in quel paese, dopo tutto, le persone pagano le tasse come i cittadini di lì. Se c’è una discriminazione con lo straniero, ci sono leggi che favoriscono i discriminati.</p>
<p style=”text-align: justify”>Che cosa capiamo?
Entrare e abitare nel regno di Dio significa accettare e obbedire alle Leggi di questo Regno con tutta la fede. Sia il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo hanno stabilito delle leggi per governarci con una sola intenzione: il nostro benessere presente ed eterno (salvezza) !!!</p>
<p style=”text-align: justify”>Quando siamo in questo Regno e siamo obbedienti alle sue Leggi, abbiamo il diritto di stare davanti al Giudice Giusto, che è il Re e il Legislatore, per presentare il giusto sacrificio e le ingiustizie subite, essendo assolutamente certi che la giustizia sarà fatta.</p>
<p style=”text-align: justify”>Cioè, ciò che è promesso e che non è stato ancora “aggiunto” sarà aggiunto esclusivamente per la Sua gloria.</p>
<p style=”text-align: justify”>Sei già entrato nel Regno di Dio o gli hai permesso di entrare dentro di te?
In caso contrario, fallo fino al giorno in cui porti la tua causa davanti al Giusto Giudice, questa domenica, 15 settembre 2019.</p>
<p style=”text-align: justify”>Lui sarà sicuramente favorevole a te !!!</p>
<p style=”text-align: justify”><strong>Ha collaborato: Vescovo Randal Brito</strong></p>


Segnala errore