Vescovo Edir Macedo | 23 de Novembre de 2016 - 08:56


I Scelti dell’Altare

I Scelti dell’Altare

Molti sono i chiamati per arrivare all’altare, ma pochi sono i scelti per salire su di Lui. La caratteristica di un scelto è la fede, la convinzione, la certezza… E l’Operatore della fede all’interno dello scelto è lo Spirito della Fede, lo Stesso Spirito dell’Altare. A partire d’allora, i sogni e i progetti nascono dal più profondo dell’essere.

Chi è ricolmo di Spirito della Fede non si preoccupa con il sacrificio sull’Altare perché è convinto che dall’Altare arriverà il meglio (1 Corinzi 9.13)

I sogni della fede si realizzano soltanto per mezzo del sacrificio. Non serve a nulla la condizione di pastore, vescovo, moglie o parente del vescovo. Nel Regno di Dio non c’è pistola. Chi vuole realizzare il sogno della fede deve salire sull’Altare e sacrificare.

È chiaro, mentre la persona è disposta ad amministrare i problemi o aspettare altro tempo per realizzare i suoi sogni, lei non può e neanche deve tentare di camminare nel cammino della Fede.

Tuttavia, quelli che si trovano ai limiti della disperazione e non hanno più a chi rivolgersi, allora resta soltanto un’unica alternativa: salire sull’Altare e sacrificare. Chi ha fede per salire e sacrificare avrà fede per realizzare i suoi sogni.


Segnala errore