Vescovo Edir Macedo | 19 de Ottobre de 2015 - 10:13


Chi è di Dio accetta la disciplina

Chi è di Dio accetta la disciplina

Il Corpo del Signore è disciplinato e lavora in armonia, poiché vi è accordo dentro se. Non vi è distinzione, giacché tutti gli elementi sono importanti perché fanno parte di questo Corpo.

Ci sono persone che sono in fila negli ospedali aspettando un trapianto di fegato perché il loro non funziona più. Io ti domando: Tu vuoi essere trapiantato, cambiato o strappato con forza? Noi identifichiamo questi organi danneggiati perché siano tolti dal nostro mezzo. Questo non è ingiustizia. Onestamente, ingiustizia è permettere che questo elemento rimanga contaminando tutto il corpo. Questa è la disciplina della chiesa.

Se qualcuno insiste nell’essere indisciplinato, allora non fa parte del Corpo: ma è, un corpo estraneo.

Tu devi avere la sensibilità che, al disopra di tutto, Dio deve essere al primo posto nella tua vita, perfino al disopra della tua famiglia, pur essendo importante anche lei. Se la moglie introduce una parola di dubbio, istigando il pastore contro la chiesa, allora non è più un’ausiliaria, e il marito deve fare attenzione al suo cuore e correggerla.

Tu devi avere coscienza che è un Uomo di Dio. Collaboratore, pastore o vescovo sono soltanto dei titoli che gli sono stati prestati. Ma come uomo di Dio, ovunque tu sia, Dio sarà con te. Che cosa si aspetta Lui dai Suoi servi?

Quando Dio chiamò Giosuè disse così:

Dopo la morte di Mosè, SERVO dell’Eterno, avvenne che l’Eterno parlò a Giosuè, figlio di Nun, ministro di Mosè, e gli disse …

Giosuè 1:1

Con Mosè, lo spirito Santo fa riferimento come servo del Signore, già con Giosuè, inizialmente, come figlio di Num. Nella storia universale di Dio, il nome del pastore, vescovo o collaboratore è incluso. Ma sarà, che è come servo del Signore o soltanto come figlio del proprio padre?

Dopo aver servito Dio con la sua vita, dopo esser stato chiamato con il nome do Giosuè, figlio di Num, è stato aggiunto servo del Signore, com’è scritto:

Dopo queste cose, Giosuè figlio di Nun, servo dell’Eterno, morì in età di centodieci anni Giosuè 24:29

Tu come servo sei disciplinato, e anche la tua natura diventa disciplinata. È stato lo Spirito Santo che ha fatto questo. La disciplina è nata dentro di te quando tu, sei nato da Dio. E noi serviamo gli uni agli altri perché facciamo parte dell’armonioso Corpo del Signore Gesù. La persona che si ribella contro questa armonia non è di Dio, non serve Dio. Quindi, anche lei vuole essere espulsa.

Perché esistono persone che sono in chiesa da tanto tempo e non fanno parte del Corpo del Signor Gesù? Egli dice:

Serpenti, razza di vipere! Come sfuggirete al giudizio della Geenna?

Matteo 23:33

Questo è l’unico tipo di persona con il quale Gesù si rivolta: il falso, l’ipocrita, l’ingannatore. È quella persona che apparentemente è una cosa, ma dentro lei è un’altra: è finta e mascherata.


Segnala errore