Vescovo Edir Macedo | 22 de Settembre de 2015 - 16:06


Benedizioni che sono briciole

Benedizioni che sono briciole

3° Giorno del Digiuno di Daniele

Ascolta ciò che lo Spirito dice ai cristiani:

Loro tornarono da una missione gloriosa nella guarigione dei malati, liberazione degli oppressi e uso dell’autorità cristiana su Satana.
Erano presi da un’allegria incontenibile.
Ma il Signore immediatamente li avvisò dicendo:

Non rallegratevi però perché i demòni si sottomettono a voi; rallegratevi piuttosto che i vostri nomi sono scritti nei cieli. Luca 10.20

Una cosa è ricevere le benedizioni in ogni area della vita in questo mondo e, incluso, servire da veicolo di queste benedizioni.
Un’altra cosa è ricevere la benedizione delle benedizioni: la piena certezza di avere il nome scritto nel Libro della Vita concesso dallo Spirito di Dio e servire anche come strumento di questa gloria.

Tutte le benedizioni riguardanti la vita materiale sono briciole davanti alla grandezza di servire come dimora dello Spirito Santo.

Niente in questo mondo, per quanto più bello, più piacevole, più tutto, si paragona alla pienezza dello Spirito del Signor Gesù.

A causa di questo, niente e nessuno è capace di rimuovere il piacere, la pace e la convinzione della Sua presenza nell’interiore.

Lui è il Tesoro Occulto inesauribile trovato da quelli Lo cercano con tutte le loro forze, di tutto l’intendimento e con tutto il cuore.

È chiaro, nell’assenza da Lui, qualsiasi briciola, anche che sia amara, è dolce come il miele.

L’immensa allegria di quei discepoli non aveva niente a che vedere con il piacere dell’allegria e la certezza assoluta di essere il Tempio vivo dello Spirito Santo.

È ciò che vediamo nelle testimonianze che seguono…

Matheus Lucas
Buonasera Vescovo Macedo, oggi nel secondo giorno del “Digiuno di Daniele”, ho appena ascoltato la sua Parola Amica, e dice il vero e ogni mattina pomeriggio e sera (dipendendo dall’orario in cui l’ascolto), ho piegato le mie ginocchia, ho confessato i miei errori, i miei peccati e le mie mancanze, le mie attitudini idiote, ho pianto molto, cercando sempre con tutta la mia forza nelle riunione. Ho pregato insieme a lei consegnando la mia vita a Dio nostro Signore, ho consegnato al 100% la mia vita, e lo Spirito Santo è sceso sulla mia vita in questa Parola Amica della 12 nel giorno 21/09/2015, grazie a Dio, come dice la Bibbia in Matteo 6.33 “Ma cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno sopraggiunte.” Amen e grazie a Dio!!! Una buonasera a lei Vescovo Macedo e a tutti! Dio benedica!!!

Cristian
Stavo ascoltando la parola a mezzogiorno quando lei ha chiesto di andare in un posto riservato per fare la preghiera, sono andato nella mia camera e mi sono inginocchiato, ho pregato, è stato allora che una pace si è impadronita del mio essere, non riesco a spiegare questo, è già da un anno che sono nella chiesa non ho mai vissuto niente di simile, è stata un’esperienza incredibile, e io so dire solo che questo digiuno farà la differenza, io ringrazio Dio e lei Vescovo, grazie mille.

Samara Maciel
Buonasera, sono qui per parlare della mia esperienza del secondo giorno del Digiuno di Daniele, ero speranzosa di ascoltare la Parola Amica del Vescovo, oggi, e realmente la parola è stata molto forte.
Nel momento della preghiera sono andata in bagno e mi sono umiliata davanti a Dio, e ho cercato in lui, e non ho sentito questo piacere grandioso nell’anima, ma quello che mi reso più felice è stato che durante la ricerca, Dio mi ha ricordato che quando io entravo in bagno, prima di conoscere Gesù, il bagno era un posto di pianto, un posto dove nessuno mi vedeva, ma io collassavo dal piangere, e oggi entro in bagno per lodare Dio, per parlare con lui. Questo mi ha portato la più assoluta certezza che lui era con me, e io si stava prendendo cura di me. Per quanto io non sentissi niente, Dio ha agito nella mia MENTE, CONVINCENDOMI, CHE SONO SOTTO LE SUE CURE, questo è ciò che la Fede intelligente, avrei potuto dire che Dio non era con me, perché non ho sentito niente, ma tutto è per la Fede, Dio parla alla nostra mente, non al nostro cuore.

Mariane Braghetto
Sono in chiesa da 3 anni, ma ero come le ossa secche, nemmeno come il corpo ero diventato, ma sono in questa Fede del Digiuno di Daniele, disposta ad andare fino alla fine, poiché in questi 3 anni, io non sono mai arrivata fino alla fine del digiuno.
Ho partecipato alla preghiera e sto sentendo una pace enorme dentro di me, poiché ho la certezza che Dio ha soffiato su di me il soffio della vita, è stata un’esperienza meravigliosa, inspiegabile. E in questo Digiuno io avrei ricevuto lo Spirito Santo. Ringrazio molto Dio per avermi concesso quest’opportunità del Digiuno di Daniele.

Camila Marcondes
Salve vescovo, ho appena ascoltato la Parola Amica e nel momento della preghiera sono andata nel bagno, qui al lavoro, mi sono inginocchiata e mi sono messa a pregare. Prima della preghiera io sentivo il mio cuore stretto, mi sono umiliata ai piedi di Gesù e prima che finisse la preghiera ho percepito che quella fitta al cuore, non la sentivo più. Adesso ho pace e una grande certezza che Dio mi onorerà in ciò che sto facendo, ho rinunciato a tutto per donarmi al 100% in questo digiuno perché voglio che la mia vita abbia un prima e un dopo. Vescovo questa certezza, che viene insieme ad una pace e alla voglia di non desistere più, e sì di continuare a lottare. Grazie starò ferma fino alla fine.

Hellen Luiza
Salve vescovo! Sono stata collaboratrice 7 anni fa e allora sono uscita perché non stavo bene spiritualmente, oggi grazie a Dio faccio l’opera di Dio come evangelista ma confesso che in questi giorni ero triste, stavo male a causa della accuse del diavolo, per degli errori commessi in passato, sono stata perdonata da Dio e dalle persone con cui convivo, ma io stessa non riesco a perdonarmi, sto vivendo la fede del Digiuno di Daniele, e nel momento della ricerca adesso insieme a lei, Dio ha parlato chiaramente con me, lo Spirito Santo è sceso e mi ha pulita, mi ha lavata e mi ha dato il soffio della vita. Ero amareggiata, afflitta e in questo momento mi sento una nuova creatura, grazie mio Dio per questo privilegio! E siamo solo nel 2° giorno del digiuno, credo che Dio farà cose grandi nella mia vita e nella vita di tutti quelli che credono! Amen!

Leggi anche:
1° Giorno del Digiuno di Daniele
2° Giorno del Digiuno di Daniele


Segnala errore